Crearsi un cloud privato

Cloud-Computing-iaas.pngLa parola “cloud” stà prepotentemente entrando nel nostro vocabolario, letteralmente tradotta come “nuovola”, in realtà viene intesa come un modo per avere i nostri dati aggiornati disponibili sempre, ovunque e su dispositivi diversi grazie ad una connessione internet. Un esempio su tutti sono i servizi cloud come DropBox, GDrive, SkyDrive, ecc…, che mettono a disposizione degli utenti uno spazio di archiviazione raggiungibile via internet, generalmente, una prima porzione di spazio viene fornita gratuitamente poi se si ha necessità di ulteriore bisognerà pagare un canone.

Fino a quì niente di nuovo se non che gli sviluppatori di BitTorrent ( autori del famoso omonimo client P2P ) hanno avuto un’idea: sfruttare la rete P2P per creare un cloud privato e gratuito con velocità di sincronizzazione superiore ai sopra menzionati servizi e soprattutto senza limiti di archiviazione se non per la capacità fisica del nostro PC. Per fare questo basta scaricare ed installare BitTorrent Sync. Ad oggi il software è disponibile per Windows, MAC, Linux e FreeBSD.

Questa voce è stata pubblicata in Internet, Software. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento